Jennifer Lopez non cede ai BDS: farà concerto a Tel Aviv

Jennifer Lopez, famosa cantante 46enne, si esibirà in una data unica a Tel Aviv, che rappresenterà il suo primo concerto in Israele. J.Lo, statunitense di origini portoricane, si unisce ad altre pop star internazionali che si esibiranno prossimamente a Tel Aviv, tra cui Elton John, SIA, Deep Purple e Julio Iglesias.
Altri artisti, come Lauryn Hill ed Elvis Costello, hanno invece ceduto alle insistenze del movimento anti-israeliano BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni) che esercita pressioni sulle star per far sì che non si esibiscano in Israele. Tra coloro che hanno aderito convintamente alle istanze Bds, in prima linea c’è Roger Waters, ex vocalist dei Pink Floyd.
La scorsa settimana il cantante folk britannico Donovan ha annullato un concerto previsto a Jaffa a causa delle minacce di boicottaggio.
Intimidazioni che probabilmente fanno sorridere Jennifer Lopez, considerata tra gli artisti latino-americani di maggior successo, con i suoi quasi 60 milioni di dischi venduti in tutto il mondo.
Queste le date dei concerti a Tel Aviv degli altri principali artisti nel 2016:
10 aprile, Craig David
7 maggio, Julio Iglesias
22 maggio, Deep Purple
26 maggio, Elton John
30 maggio, SIA
Artisti che, come Jennifer Lopez, hanno detto No al boicottaggio contro Israele.
Prossimamente verrà comunicata la data del concerto dell’affascinante artista ispanica.

 

Riccardo Ghezzi

Giornalista pubblicista, a un certo punto della sua vita si è accorto di essere più interessato alle vicende di Israele che a quelle italiane. Ha raccolto intorno a sé un gruppo di amici reali e virtuali, competenti e informati su Israele, storia e cultura ebraica, Medio Oriente. E si è convinto che con loro si poteva avviare un nuovo progetto editoriale, così è nato L'Informale.

Rispondi

Sostienici