Antisemitismo, Antisionismo e Debunking

Giulietto Chiesa, il terrorismo e il complotto demoplutonazisionista

Dopo i fatti di Colonia, Amburgo, Helsinki e in altre città europee a capodanno e gli ultimi attacchi terroristici sembra sempre più chiaro un coordinamento centrale di questi eventi per destabilizzare i governi Europei.
È un caso che tutto si sia svolto in centri non troppo strategici e non, invece, in piazze importanti come Londra o Roma o, ancora, a Riyad?
Assolutamente!
Il malcontento delle popolazioni musulmane è incanalato verso un avversario per riuscire a indebolirlo. Non esiste un vero “scontro fra civiltà” ma una strategia pianificata, unita a altri fatti che sono successi nel corso dell’ultimo anno, per rendere inoffensivo un rivale geopolitico importante come l’Europa.
Mentre la finanziarizzazione dell’economia spinge il controllo del mondo nelle bani delle banche, non delle multinazionali come ipotizzavano anni fa diversi scrittori di fantascienza ma di chi detiene il potere sui mezzi di pagamento e sulla mobilità dei capitali, esiste un direttorio occulto che finanzia cospicuamente terroristi e migranti nonché muove le redini degli scandali economici, come quello relativo al Dieselgate, percorrendo un progetto di egemonia politica e finanziaria del mondo.

Sono parti di servizi segreti, organizzazioni più o meno conosciute che progettano un nuovo ordine mondiale.
Tutto questo sembra un delirio?
Beh, è quello che ha affermato Giulietto Chiesa durante la puntata de La Zanzara del 13 gennaio scorso.
Incalzato da Cruciani e sbeffeggiato da Parenzo, il buon Giulietto, tra allusioni e mezze affermazioni, ha descritto come America e Israele, con l’appoggio dell’Arabia Saudita, sarebbero dietro agli sconvolgimenti che si stanno registrando nel mondo.
Ovviamente il nostro reporter d’assalto non ha voluto fare nomi precisi salvo lasciarsi andare a un attacco diretto contro i vertici israeliani e il Premier Netanyahu definendoli criminali di guerra e nazisti (!) facendo riferimento all’operazione “piombo fuso” del 2008, nonché lasciando intendere che il solito Mossad con l’ausilio, guarda caso, della CIA sarebbe il primo finanziatore del Daesh e di tutto l’apparato terroristico che sta colpendo, anche nelle ultime ore, in ogni parte del mondo.

Non è nuovo il richiamo al complotto globale per destabilizzare i governi eletti nei vari stati per portare una nuova governance mondiale con a capo un consiglio occulto di potenti, già nel medioevo si vedeva negli ebrei i nemici dell’umanità che miravano a schiavizzare mediante l’esercizio dell’usura come si può leggere anche ne Il Mercante di Venezia di Shakespeare nella figura di Shylock; lo stesso ritornello lo si poté vedere nella leggenda nera che accompagnò la repressione e la cancellazione dell’Ordine cavalleresco dei Templari, a voler ben vedere.
Nel secolo XIX, poi, con la pubblicazione in Russia dei Protocolli dei Savi Anziani di Sion iniziò a circolare il mito del progetto di un gruppo ristretto di persone per conquistare il controllo del mondo intero; una storia, questa, che si novellerà regolarmente cambiando i protagonisti fino a giungere alle figure, ormai leggendarie, della Trilaterale o del Bilderberg, unite all’onnipresente Massoneria, ma è singolare che gli ebrei e lo stato di Israele siano sempre presenti all’interno di questi racconti che, anche grazie al web, sono passati dai discorsi da bar a timori e credenze radicate a livello globale.

Vero è che un discorso da bar, uno che si snodò per tanto tempo all’Hofbrauhaus di Monaco, si concretizzò in una delle più grandi tragedie che la storia ricordi ma è anche altrettanto vero che oggi migliaia di persone credano che i Rothschild controllino tutte le banche centrali mondiali e che la presenza stessa di Israele sia un fattore destabilizzante per il mondo intero, così come il piccolo stato mediorientale sia la vera superpotenza che mira alla conquista del mondo.
Non fosse per il ricordo di quello che fu, dai pogrom di mille anni fa alla Shoa, sarebbe bello ridurre le affermazioni di Chiesa a un altro capitolo delle Cronache di Cialtronia ma, purtroppo, sono fin troppi a sostenere che queste leggende, tra l’altro assai inverosimili, siano una verità assodata e chi tentasse di smentirle un agente al servizio dei potentati occulti.

1 Commento

1 Commento

  1. Avatar

    Sergio J Bramasole

    15 Gennaio 2016 a 19:38

    Giulietto Chiesa e’ un proprio mammalucco.

Devi accedere per inserire un commento. Login

Rispondi

Torna Su