Israele e Medio Oriente

Nikki Haley, la lady di ferro con il sorriso

Nikki Haley, rappresentante Usa alle Nazioni Unite, ha respinto con fermezza il tentativo posto in atto all’ONU da parte dal Consiglio di Sicurezza di dichiarare illegittima la dichiarazione del presidente statunitense Donald Trump secondo cui Gerusalemme è la capitale di Israele.

Gli USA hanno posto il veto alla risoluzione, appoggiata tra gli altri anche dall’Italia.

La Haley ha ricordato come nessuno stato al mondo come gli USA , dal 1994 fino ai nostri giorni, abbia investito denaro a favore dei palestinesi, con cinque miliardi di dollari spesi.

Noi diremmo, gettati al vento e in buona parte entrati nelle capienti tasche di Abu Mazen e la sua cricca.




“Nessuno ci può dire dove dobbiamo spostare la nostra ambasciata” ha dichiarato.

Non solo, la Haley ha aspramente condannato la Risoluzione 2334, il colpo di pugnale alla schiena dato da Obama a Israele prima che si congedasse definitivamente, qualificandola come “Una macchia sulla coscienza americana” e “un lasciapassare nei confronti dei leader palestinesi che hanno rigettato una proposta dietro l’altra”.

1 Commento

1 Commento

  1. Avatar

    matanah

    18 Dicembre 2017 a 23:24

    Barak Osama? il peggior presidente USA

Devi accedere per inserire un commento. Login

Rispondi

Torna Su