Antisemitismo, Antisionismo e Debunking

Slogan antisemiti in arabo a Milano: arriva la denuncia

Questa mattina insieme a Pietro Bussolati segretario metropolitano del Partito Democratico di Milano ho depositato presso la questura di Milano una denuncia contro coloro che nel corso della manifestazione svoltasi a Milano il 9 Dicembre scorso, in Piazza Cavour, promossa dall’Associazione Palestinesi in Italia, hanno urlato slogan di incitazione alla violenza contro gli ebrei, come testimoniato dall’articolo e dal video pubblicati da Giulio Meotti de Il Foglio, cui va il mio ringraziamento, slogan che sono gli stessi utilizzati in medio oriente da Hamas, Hezbollah e Jihad islamica e che fanno riferimento al massacro degli ebrei di Khalibar attuato dall’esercito guidato da Maometto. 
In democrazia c’è spazio per le critiche politiche a chiunque. Non c’è spazio per l’antisemitismo di qualsiasi matrice e per l’incitamento al massacro e alla morte degli ebrei o di chiunque. Non può essere consentito di manifestare per l’uccisione di qualcuno. Ma c’è di più, l’inquinamento antisemita di matrice islamica, delle rivendicazioni politiche dei palestinesi, in Italia, è di una gravità e pericolosità assoluta. Ringrazio la Polizia di Stato che dal primo momento è al lavoro su questo grave episodio.




Con queste parole, scritte sulla sua pagina facebook, il deputato Emanuele Fiano del Partito Democratico ha annunciato di aver denunciato i manifestanti che si sono resi responsabili delle vergognose minacce di stampo antisemita urlate durante il corteo del 9 dicembre a Milano, in piazza Cavour. I manifestanti, che contestavano la decisione di Trump di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele, avevano scandito otto volte “Khaybar, Khaybar ya yahud, jaish Muhammad saya’ud” (Khaybar, Khaybar, o ebrei, l’armata di Maometto ritornerà), slogan minaccioso usato anche da organizzazioni terroristiche come Hamas ed Hezbollah, al pari del gettonato  “Itbah Al-Yahud” (morte agli ebrei).
Il riferimento a Khaybar riguarda la vittoria militare di Maometto nel 629 d.C., anno in cui i musulmani hanno conquistato l’oasi di Khaybar, all’epoca abitata prevalentemente da ebrei.
Il giornalista Giulio Meotti, del Foglio, aveva documentato l’episodio pubblicando un video.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su