Storia di Israele e dell’Ebraismo

La storia di Calogero Marrone, il varesino che ha salvato centinaia di ebrei, diventerà un film

La storia di Calogero Marrone, il Capo dell’Ufficio Anagrafe del Comune di Varese che ha salvato centinaia di ebrei dalle deportazioni, diventerà un film. Ad interessarsi alla vicenda del coraggioso concittadino è stato infatti il regista varesino Mauro Campiotti. Calogero Marrone durante l’occupazione nazifascista era riuscito a rilasciare centinaia di documenti falsi ad ebrei e antifascisti, permettendogli di fuggire in Svizzera evitando la cattura e conseguente deportazione. A causa della segnalazione di un delatore, Marrone è stato scoperto ed arrestato il 7 gennaio 1944. Imprigionato, è morto nel campo di concentramento di Dachau il 15 febbraio 1945.
Insignito del titolo di “Giusto tra le Nazioni”, a Marrone è stata dedicata nei mesi scorsi anche una via di Varese.

«Sono di Varese – ha raccontato alla stampa locale il regista Campiotti – e ho scoperto questo personaggio perché lo si incontra inevitabilmente affrontando certe tematiche. Ha una bella personalità di uomo italiano e siciliano in particolare. Dal Sud si è trasferito per lavoro al Nord. C’è un bel filo rosso che collega Sicilia, in particolare Favara che è il suo paese natio, dove effettueremo le riprese, e Varese».

Il regista ha aggiunto che «si sta ancora lavorando alla sceneggiatura e, se tutto va in porto, il film poterebbe essere pronto per la fine del 2018» e che nuove notizie giungeranno «presto anche tramite una comunicazione attraverso i social network. Troveremo il modo di tenerci agganciati al territorio a livello di contenuto ed economico». Il progetto dovrebbe essere anche patrocinato dal Comune di Varese: «Come amministrazione non possiamo che sostenere questa importante iniziativa – ha dichiarato il sindaco Davide Galimberti – La produzione del film che si intende realizzare infatti vuole essere un’occasione per evidenziare le gesta del funzionario tramite il racconto e la rappresentazione cinematografica con una diffusione e distribuzione del film a livello nazionale. Questa importante iniziativa rappresenta inoltre una grande opportunità di trasmettere anche ai più giovani, attraverso una modalità più moderna e innovativa come quella di un film e del cinema, i valori di libertà e democrazia che guidarono i Giusti tra le nazioni di cui Marrone fa a pieno titolo parte».

1 Commento

1 Commento

  1. Avatar

    Benedetto Allotta

    15 Ottobre 2017 a 14:08

    Calogero Marrone era di Favara (Agrigento).

Devi accedere per inserire un commento. Login

Rispondi

Torna Su