Sir Nicholas Winton, lo “Schindler britannico”, sarà ricordato con un francobollo

Un francobollo speciale in onore di Sir Nicholas Winton sarà lanciato a partire dal prossimo 15 marzo.
L’anno scorso la Royal Mail (la più importante azienda postale britannica) aveva già annunciato che avrebbe celebrato lo “Schindler britannico” che ha contribuito a salvare 669 bambini ebrei dai nazisti nella Cecoslovacchia occupata. La decisione è avvenuta anche a seguito di una campagna stampa che ha raccolto l’adesione di più di 100.000 sostenitori.
Nicholas Winton aveva compiuto 106 anni il 19 maggio 2015 ed è scomparso poco più di un mese dopo, il 1 luglio.
Nel 1939, all’età di 29 anni, era capitano della Raf e riuscì ad organizzare otto treni per salvare 669 bambini ebrei, per buona parte orfani, portandoli dalla Cecoslovacchia al Regno Unito. Per questo è stato nominato “Eroe britannico dell’Olocausto” nel 2010.

Soltanto nel 1988 la moglie di Winton aveva scoperto le gesta del marito, trovando un album di ritagli che documentavano i salvataggi e l’elenco delle famiglie che hanno adottato i bambini ebrei salvati dal campo di smistamento di Terezìn.
Memorabile la manifestazione organizzata all’insaputa di Winton, durante la quale in sua presenza è stata descritta l’impresa nei minimi particolari da un oratore. Nicholas Winton si è mostrato in quell’occasione sorpreso del fatto che la sua storia fosse conosciuta e rivelata con precisione, per poi commuoversi nel constatare che le persone sedute accanto a lui fossero alcuni di quei bambini, ormai diventati adulti, che aveva salvato.

Riccardo Ghezzi

Giornalista pubblicista, a un certo punto della sua vita si è accorto di essere più interessato alle vicende di Israele che a quelle italiane. Ha raccolto intorno a sé un gruppo di amici reali e virtuali, competenti e informati su Israele, storia e cultura ebraica, Medio Oriente. E si è convinto che con loro si poteva avviare un nuovo progetto editoriale, così è nato L'Informale.

Rispondi

Sostienici