Strage Turchia, tra le vittime una israeliana di 18 anni

La ragazza nella foto si chiamava Leann Zaher Nasser. Era una israeliana di soli 18 anni.
Inizialmente inserita nella lista dei dispersi dopo l’attentato a Istanbul di questa notte, è stata dichiarata morta dalle autorità locali.
La strage è avvenuta all’interno di uno dei più noti e frequentati night club di Istanbul, la discoteca “Reina”, in una Turchia sempre più dilaniata dagli attentati di matrice islamista.
A festeggiare l’arrivo del nuovo anno in quel locale c’era anche Leann Zaher Nasser. Almeno altre 39 le vittime della strage, di cui 15 di nazionalità non turca.
La giovane diciottenne è l’unica vittima israeliana.

Esattamente un anno fa, in Israele, la movida di Tel Aviv era stata sconvolta da un’altra strage di capodanno costata la vita a due ebrei israeliani: Alon Bakal, 26 anni, e Shimon Ruimi, 30 anni. Altre otto persone erano rimaste ferite.

Riccardo Ghezzi

Giornalista pubblicista, a un certo punto della sua vita si è accorto di essere più interessato alle vicende di Israele che a quelle italiane. Ha raccolto intorno a sé un gruppo di amici reali e virtuali, competenti e informati su Israele, storia e cultura ebraica, Medio Oriente. E si è convinto che con loro si poteva avviare un nuovo progetto editoriale, così è nato L'Informale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici