Israele e Medio Oriente

Dafna Meir, ventottesima vittima dell’Intifada dei coltelli: uccisa davanti ai figli

Dafna Meir aveva 38 anni e sei figli. E’ stata uccisa qualche ora fa da un terrorista palestinese, perché ebrea. Quello che è successo, nell’insediamento di Otniel a Hebron, in Giudea e Samaria, porta l’ondata di violenza che sta colpendo Israele a un ulteriore picco.
Non bastano gli attacchi per strada, a Gerusalemme, Tel Aviv e altrove. Adesso entrano anche nelle abitazioni e ammazzano le madri di famiglia davanti agli occhi dei loro figli.
L’assassino non la farà franca, lo sappiamo. Ma non ci consola. Nella stessa giornata di oggi un altro terrorista ha cercato di pugnalare dei soldati ed è stato ucciso mentre a Gerusalemme sono stati arrestati tre palestinesi muniti di lame.
Questo è il clima.
Dafna Meir è la ventottesima vittima dell’Intifada dei coltelli.

Ruth Dureghello, Presidente della Comunità Ebraica Romana, oggi davanti al Papa, nel Tempio Maggiore a Roma, ha ricordato la violenza con cui Israele da mesi deve fare i conti mentre questa Europa ormai priva di qualsiasi dignità pensa a boicottare i suoi prodotti e a esercitarsi nel metterlo nell’angolo.

L’unico “bastione del mondo libero”, come lo ha recentemente definito Naftali Bennett, che si trova in Medioriente.

5 Commenti

5 Comments

  1. Pingback: La pace nelle parole e il terrorismo nei fatti | Diemme - Ogni cosa è illuminata

  2. Pingback: Catturato l’assassino di Dafne Meir: è un palestinese di 15 anni – L'Informale

  3. Pingback: Catturato l’assassino di Dafna Meir: è un palestinese di 15 anni – L'Informale

  4. Avatar

    paparella antonio

    4 Febbraio 2016 a 21:38

    dieci palestinesi per un israeliano e molte volte anche di più .Fa piu notizia la morte di un israeliano che le case abbattute i terreni bruciati,gli uliveti spiantati,l’acqua rubata e dimenticavo Sabra e Shatila

Devi accedere per inserire un commento. Login

Rispondi

Torna Su